Maurizio Lastrico

About This Project

Maurizio Lastrico

Nel 1998 si diploma a pieni voti come operatore turistico presso un istituto di Genova. Nello stesso anno, nell’ambito di Cine in Città, un concorso indetto dall’Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Genova, vince il premio come miglior sceneggiatura per il cortometraggio Molto piacere, sono io.[1]

Studia recitazione alla Scuola del Teatro Stabile di Genova, dove si diploma nel 2006. In teatro ha lavorato in produzioni del Teatro Stabile di Genova.

All’attività di attore teatrale, compatibilmente con i tempi delle tournée degli spettacoli[collegamento interrotto][2] affianca quella di comico e cabarettista, esordendo sulle emittenti nazionali nel 2007, nella quarta stagione della trasmissione Camera Café, con il personaggio de il catatonico[1].

Nel 2009 è in onda su Canale 5 a Zelig Off, dove ha proposto la sua Divina Commedia “rivisitata”, trattando di temi quotidiani in lingua dantesca. Nello stesso anno ha fatto parte del cast fisso della trasmissione di La7 Grazie al cielo sei qui. Ha partecipato inoltre alla trasmissione BravoGrazie su Rai 2 e a Piloti, sempre su Rai 2. Collabora con la radio de Il Secolo XIX, Radio 19.

Nel gennaio 2010 debutta in prima serata a Zelig, dove è il centesimo comico a calcare il palco del Teatro degli Arcimboldi. Nell’estate 2010 comincia in tutta Italia la tournée del suo spettacolo di cabaret Quando fai qualcosa in giro dimmelo, che si conclude nei primi mesi del 2011. Torna a far parte del cast di Zelig anche nel 2011 e nel 2012.

Nel gennaio 2013 è nel cast della nuova edizione di Zelig. Debutta inoltre il suo nuovo spettacolo teatrale Facciamo che io ero io, prodotto da Bananas srl, con la regia di Gioele Dix.

In seguito è al cinema con Sole a catinelle, film di Checco Zalone.

Il 10 gennaio 2017 debutta nel programma diMartedì[3], condotto da Giovanni Floris su La7, sostituendo Maurizio Crozza. Sempre nel 2017 è nel cast di Tutto può succedere, in cui interpreta Elia ex marito di Sara. Nel 2018 è uno dei protagonisti dell’undicesima stagione di Don Matteo.

È tifoso del Genoa.